blogfotografia

Regola del 16, ovvero istruzioni per maneggiare una Zorky4

Tutti a parlare di esposimetri, di zone, ma tocca rispolverare qualcosa del genere:

quando ti capita tra le mani un arnese russo di dubbia provenienza che ancora non ho nemmeno capito come funziona e soprattutto non sai se funziona. Sai solo che pesa come un cadavere.

Zorki4, modello russo copia della Leica, made in USSR

Peso: Parecchio

Esposimetro: Scordatelo

Batteria: E il signore disse, a che servono?

Pellicola: 35 mm

Carica: niente leve/levette, solo pomelli

Tempi: fino a 1/1000

Attacco: M39 – Leica

Messa a fuoco: Telemetro

Autoscatto: sembra il timer di una bomba

Ottica: Jupiter 8 50/2

Pulsanti di accensione: sconosciuto, cioe’, la macchina non sa nemmeno cosa sono.

Correzione Diottrica: incredibile, ma SI, ci sta’.

Funzionamento: sconosciuto.

Stato della macchina: mi sa che ho preso una mezza sola, ma per 10 euro il rischio e’ stato accettato.

Manuale: Trovato.

Aggiornamento del 21.6.18: Ok, ufficialmente manca un pezzo, ovvero parte del rocchetto che riceve la pellicola. Per il resto, smontata e lubrificata, ora ha un suono decisamente meno preoccupante. Non resta che provarla sul campo.

https://en.wikipedia.org/wiki/Zorki

http://www.sovietcams.com/index.php?-1424201095

2 pensieri su “Regola del 16, ovvero istruzioni per maneggiare una Zorky4

I commenti sono chiusi.