Piovviginando

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Blog, pensieri

La nebbia a gl’irti colli piovigginando sale,e sotto il maestraleurla e biancheggia il mar;ma per le vie del borgodal ribollir de’ tiniva l’aspro odor de i vinil’anime a rallegrar.Gira su’ ceppi accesilo spiedo scoppiettando:sta il cacciator fischiandosu l’uscio a rimirartra le rossastre nubistormi d’uccelli neri,com’esuli pensieri,nel vespero migrar. G.Carducci 22 dicembre, tema del giorno e chiodo fisso. Alzarsi dal letto e sentirsi tornare in mente una poesia dimenticata. Forse l’ultima volta è stato a scuola o giù di li. Piovviginando sale. Prenderei la macchina e andrei al volo dietro Rieti, in mezzo ai monti, dove la memoria mi riporta ai tempi delle transumanze […]