Calcata, secondo me.

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Blog

Calcata, un blocco di tuffo in mezzo ai boschi.

Spunta solitario, abbandonato dai suoi vecchi abitanti rimpiazzati da artisti e creativi che hanno trovato il loro paradiso.

Vale la pena perdersi, in questo paese silenzioso, dove la gente si ferma ancora a chiacchierare sulle scale della chiesa e scambia battute con chi passa.

I gatti ti guardano sorgnoni, stirandosi pigramente al sole di una bollente estate.

Piena di turisti di giorno, silenziosa e bella di sera, dove spiriti antichi ti tengono la lampada e ti spingono a esplorare ogni vicolo.

Questa e’ la versione in bianco e nero. Mi ricorda anni antichi quando ancora non calpestavo questo mondo.

Ho portato con me Rolley biottica caricata con ilford fp4+ e la Bessa con la pellicola LomoPurple e la kodak 200c… Le ho lasciate giocare, le ho guardate prendersi gioco degli ambienti. la Rolley seriosa, la Bessa sempre più sbarazzina, amiche di tanti pensieri.

Porte

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Blog, fotografia, minchiate, pensieri

Apri quella porta, ti ritrovi ad Amsterdam, all’uscita della stazione, pronto a esplorare la città.

Prendi una birra, vai al bagno, apri la porta, sei sull’Empire State building a goderti un panorama mozzafiato.

Scendi con il primo ascensore, quando esci sei a Tokyo davanti all’incrocio più affollato del mondo.

Che flash, spostarsi e vedere finalmente ogni angolo che questo pianeta ci riserva.

Magari evitiamo i posti a senso unico, ovvero la destinazione finale diventa six feet under, ma magari si potesse fare, avrei, ma credo tutti, una lista lunga una quaresima tanta.

Ho visto un film, stasera, un film di quelli da vedere una sola volta, anche meno, ma che magari ti stuzzicano per un po’ una qualche fantasia. Certo, voi subito a pensare male. No, sbagliato, una curiosità per soddisfare la voglia di conoscere questo mondo, niente di strano, quindi.