4.45 AM 


Ci risiamo.

Stomaco sottosopra, mente sottosopra, di nuovo a sragionare sui mali dell’universo.

Un silenzio che ingombra. Nessun rumore. Il mondo si è fermato. Forse. O forse mi ci fa credere. Mi racconta di serenità mentendo spudoratamente. È tutto caos, solo e indiscutibilmente caos.

Ci sono solo i miei pensieri a fare casino. Al confronto una discoteca potrebbe sembrare la sala di lettura di una biblioteca.

E pure stanotte non si dorme.

È già più di un’ora che mi rivolto. Diciamo pure due.

Cazzo, ma ci sono ancora le zanzare a Ladispoli? Possibile? Sento uno zzzzzz. No. Non è possibile. Sta cazzo di città dove ci sono più succhiasangue che motivi per viverci.

Incubi danno corpo a questa sensazione di vuoto che avanza. Il nulla che distrugge il regno di Fantàsia. Pensa te, cosa mi torna in mente. Non stiamo bene, eh? 

Un colpo di ali possenti, in lontananza. Sorrido. 

Comincio bene questo 2019.