3.22 AM

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Blog, pensieri

Tre e ventidue. Dico, quasi urlando: tre e ventidue. Non si dorme, zero o poco più. Tra tre ore devo salire in macchina, ci penso, ma sto sempre qui, con due occhi a forma di antica lanterna, sgranati senza scampo. La mente viaggia. Ha pensieri lontani che giocano a beach volley con il mal di stomaco che a ondate striscia in basso. Figure si formano, intanto che sul display, unico compagno della propria solitudine, nascono frasi scomposte che tra poco saranno pubbliche. Aggiornare un blog col telefono è delirante. Forse piove. Vorrei, veramente, un Martini. Sono in fissa. Parecchio. Lui […]