Tante verità

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Blog, fotografia, in giro, pellicola, ricerche

Due ragazze sono morte, giovanissime, neanche maggiorenni. Sono state investite a Corso Francia dal SUV guidate da un ragazzo altrettanto giovane. E fino a qui le certezze. Poi arriva la nebbia. Ogni giornalista ha detto la sua, ogni giorno una notizia diversa dal giorno precedente: hanno attraversato al semaforo, hanno attraversato da un’altra parte, il semaforo dura poco, il semaforo dura il giusto, il ragazzo correva, il ragazzo era appena partito, il ragazzo era distratto, il ragazzo era sobrio. Sarà la magistratura, con le sue perizie e i suoi tecnici a stabilire una verità accettabile e condivisa. Magari non proprio […]

Puzza Roma

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Blog, fotografia, in giro, pellicola

E non lo so, ma la prime cose che ci mettono in contatto con quello che abbiamo intorno sono i sensi. Loro, i sensi, il fondamento del nostro essere e del nostro sentire, o meglio, il fondamento di tutto cio’ che è vivo. Affinati in migliaia di anni di evoluzione, arrivano dai nostri antichi padri e sono serviti per cercare, cacciare, mangiare, difendersi, sopravvivere, tutto. La vista, prima di tutto, ma poi l’olfatto, il nostro naso, per dirla breve. il tatto, l’udito. Ognuno ha un suo preciso compito e un suo preciso scopo. Oggi tocca all’olfatto: a lui il compito […]

Ciclisti

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Blog, fotografia, in giro

Porta maggiore. Un po’ di tempo fa. Sto andando a lavorare. Arriva un Ciclista. Bici di alta gamma, carbonio, tutina sexy, muscolo tirato, caschetto da gran runner, ghigno notevole. Lui non ha mai subito l’onta della sconfitta. Lui è il divino sceso in terra a insegnarci come si adora un dio. Se mai partecipasse a un Giro importante, metterebbe in cattiva luce qualsiasi campione. Da dietro spunta, tra le macchine in fila, una graziella. Signorotta anziana, grembiule svolazzante con macchia di sugo bene in evidenza, ghigno da matrona romana. Il killer che nessuno vuole. Lo brucia in tre metri. Forse […]