BlogLe notti degli Unicorniminchiate

Disaster recovery

Procedura di sicurezza. Ref. 4.b.

Recupero da disastri, anatemi, maledizioni e cataclismi, digestione pesante, alito assassino e flautolenze. Per le chiavi, chiamare il fabbro.

A: piano originario. Nessuna azione intrapresa. Al massimo qualche imprecazione.

B: non funziona un cazzo: si applichi il piano b; usare sistema alternativo per giungere a destinazione. Imprecazioni in quantità.

C: non solo non funziona un cazzo, ma è anche impossibile prevedere una possibile soluzione. Intervenire chiamando l’amico più vicino, farsi invitare a cena e col sorriso attendete che il disastro rientri da se. Fare i vaghi. Incendiare calendari.

D: stesso livello di maledizione per piano C con in aggiunta la mancanza dell’amico disponibile. Sorridere. Soluzione: chiama l’amica e risolvi con Lei. Ovviamente di che sei con l’amico e che vi state impegnando a trovare la soluzione.

E: raccomanda e/o vendi l’anima se è ancora nella tua disponibilità. Prendi il primo volo per una destinazione esotica. Sparisci. Insomma.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.