La nostra teca

Dopo una crisi spirituale che ha bruciato metà dei miei neuroni, mi sto riavvicinando alla fotografia passando però per la cantina. E in qualche modo mi sono riavvicinato al piacere di cercare una foto, di maneggiare lo strumento per ottenerla. Robba che fa Click col martello: Olympus OM PC, trovata in un mercatino, dove era più il terriccio che la roba utile. Zorky 4, stesso mercatino della Olympus, e infatti ho faticato per sentire il clank tipico. Zorky 4 numero due. solo corpo. Pensavo di non riuscire a far funzionare la prima, così ne ho prelevata una seconda. Devo ancora provarla. Canon A1 + 24-80 + winder e forse, tutto sommato, mi sa che ne riprendo un’altra. Canon EF Che non si tocca, regalo di un caro amico, insieme alla canon qui sotto. Canon FT QL, la mia eta’…. e anche il mio peso. Minolta X700 + 50 minolta + 28 vivitar, uno dei sogni erotici della mia infanzia. Minolta X 700 + 70-300 Altix V, la signorina del 56 o giu’ di li’. Rolleiflex biottica, anno domini 1939, credo, almeno dal numero di serie. Funziona, seppur con parecchi limiti. Canon Eos 650. Prima reflex Canon della serie EOS. Identica alle nostrane, ma senza la D. voigtlander-bessa R : ecco qui, torniamo al telemetro, all’attacco m39 leica… con il 50ino russo. Robbe digitali : Canon 5D Mark III + varie, non dettaglio. Fuji X-pro2 + 23 mm, il muletto delle battaglie settimanali. in ricerca: 6×6 Hassemblad, perche’ grande e’ meglio. Yashica MAT 124, che insomma, promette assai bene. Olympus om-10, macchina avuta in gioventu’ e usata a piu’ non posso. Nikon F, altra roba storica… che costicchia devo dire, la caccia è aperta. Olympus 35 sp oppure la Canonet ql17/19/25 Qualche amico ha il timore, non tanto remoto, che mi metta a fare foto con qualche banco ottico del 1800…. effettivamente, la cosa mi attizza. Nota: le macchine cancellate non sono più in mio possesso. Vendute, cedute, schiantate: dipende.