Blogin giropensieri

Giorno Cinquantatre

E con un cane che non si sa se continuerà a stare di qua o inizierà a inseguire lucertole nel Valhalla, un altro giorno è trascorso mestamente.

Uno dei giorni più bassi. Non ho scambiato praticamente parola non con nessuno.

Sabato. Non è un bel sabato, per niente. L’attesa lunga, l’attesa senza informazioni, l’attesa che richiede decisioni certe.

avevo scritto un lungo pistolotto. Poi ho cancellato tutto. Non mi va di dire come mi sento.

Vi lascio l’immagine di copertina, una scuola nata durante l’era fascista, ora rudere in mezzo alle campagne a sud di Aprilia.

Supportami.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.