Blogpensieri

Giorno Quarantaquattro

Giovedì gnocchi. Ecco una cosa che mangerei volentieri. Quelli fatti a mano, con le patate vere, quelli che rubavi crudi tra le ira delle nonne o delle mamme. Ti si gonfia la pancia, ti gridavano. E io che continuavo imperterrito a ingozzarmi di gnocchi crudi fino a che venivo buttato fuori di peso dalla cucina. Avrei comunque continuato dopo, una volta arrivati a tavola.

Ho deciso di provare un nuovo modulo nel sito. Tra le varie attività lavorative, oggi ho trovato il tempo per aggiungere una chat. Se qualcuno vorrà scambiare due chiacchiere con l’autore di tutti gli sproloqui e delle immagini presenti nel blog, se gli dice bene, troverà me pronto a rispondere. Ho un po’ di idee in testa e vorrei portarle a compimento. Questo è un primo step.

Cavoli, sono giorni che non scatto una foto, ho la testa presa da mille lampadine e mille intenzioni e qualche progetto. Non voglio fermarmi, soprattutto voglio pensare positivo, che come arriva il segnale verde voglio provare a mettere un po’ di carne al fuoco.

Ho un piccolo viaggio in testa, qualcosa che mi permettere di fare una cosa che ora non vi dico.

Nel frattempo, lavoro, vedo le cose che si possono fare in casa senza spendere un euro, che soldini vari non ne stanno entrando e le priorità sono la tavola e le bollette e vorrei evitare di andare a casa di amici a rubargli i cosci di cinghiale che so, ne sono certo, hanno nascosto nel freezer.

Ho capito che se affidi un lavoro a un impiantista ne devi sapere quasi quanto lui, perché poi, a distanza di un anno, scopri quante cazzate lo stesso ha combinato nel farti l’impianto idraulico (e anche elettrico) nella nuova casa. Cominci a scoprire che non ha fatto questo anche se serviva, non ha messo quello anche se era necessario, non ha passato quell’altro e via discorrendo. A distanza di un anno capisci quanta superficialità spesso trovi a chi dai cifre anche importanti per una cosa che dove essere fatta a dovere.

Ora basta, prendo un aereo e gli chiedo: portami da qualche parte, fai tu!

Supportami.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.