Blogpensieri

Giorno Undici

E chi lo avrebbe detto? Oggi è primavera. 21 Marzo, inizia la primavera. Chiusi al 41bis. Così vanno le cose.

Si cominciava a programmare l’estate, a pensare a gite e a uscite fuori porta, aperitivi con gli amici e pranzi all’aperto. Ora no, si fa la conta dei morti, impressionante.

E nel frattempo si sta appresso alle cose terrene.

La vicina di casa, oggi se ne è uscita con una frase da vergare sulla pietra: Ci voleva la Quarantena per vedere tutta sta gente che chiacchiera attraverso i confini delle case. Madonna quanta ragione ha. E ti chiedi, di questa esperienza, cosa resterà? Impareremo qualcosa?

Stamattina, dopo otto anni, ho risentito Luca, Livorno. In pratica ho un amico in ogni provincia toscana. Io amo la toscana. Sempre. E anche con lui ci siamo ripromessi che alla fine di questa storia un viaggetto si farà!

La gente ha paura, si affolla all’entrata del supermercato. Oggi la fila era lunga; mi son voluto levare lo sfizio di vedere la situazione. Se non ci fosse stato nessuno, sarei entrato. Ma la fila era sostanziosa. Ho rinunciato, anzi, meglio, non ho proprio preso in considerazione l’idea di entrare. Via, rientro alla magione. Se ne parla la prossima settimana. L’idea di fare due passi si è concretizzata girando come uno scemo, ma tanto qualcuno me lo dice spesso, intorno casa, senza contarne il numero, leggendo i vari bollettini di guerra, discutendo con l’ufficio, guardando foto di grandi fotografi. Facendo una mazza, insomma. Il solito.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.