Blogfotografiapellicola

Lab Box

E’ un bel scatolotto per sviluppare in casa, senza particolari precauzioni sulla tenuta di luce, le proprie pellicole.

Va bene per i rulli a colori o quelli in bianco nero.

Permette di fare tutto lo sviluppo stando comodamente seduto con una birra fresca in mano.

Di base si fa con una mano sola.

In italia si puo’ trovare su ars-imago. Io ho usato i miei canali!

L’arnese e’ comodo, suggerisco di prendere anche la manovella aggiuntiva, si lavora meglio.

Metti pellicola, verifichi temperature, vai di timer, vai di liquidi. Sporchi poco, non diventi scemo a caricare le tank, veloce, o meglio piu’ efficiente rispetto a lavorare con la tank. Sarebbe interessante aggiungere un piccolo motorino che fa girare la manovella in modo autonomo… Vediamo se un arduino aiuta.

Sono passate ormai diverse settimane, quindi mi sono gustato l’arnese un po’ in tutti i modi, anche facendo qualche cazzata:

Intanto, seguite attentamente le istruzioni, altrimenti, se saltate qualche sfumatura rischiate di non poter tagliare la pellicola col giusto strumento, rischiate, come è successo a me, di far uscire la pellicola dall’avvolgitore arrotolandola talmente stretta che praticamente non l’ho sviluppata nonostante gli acidi fossero nella giusta sequenza.

Fate attenzione, insomma, ai particolari, come l’ultima volta, il non aver stretto a sufficienza le due parti che sorreggono il negativo, me lo sono ritrovato tutto arrotolato da una parte.

Per il resto, che dire, è decisamente valido. Preparati i liquidi e portato tutto alla giusta temperatura, il risultato è praticamente garantito.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.