Mondi

Nella metro il mondo si stringe e gli opposti si avvicinano.

Era palese, due mondi distanti seduti uno accanto all’altro, stretti fino a toccarsi.

Lei, una ragazza sofisticata, Stivaletto con tacco vertiginoso, calza elaborata.

L’altra, una suora, nella sua semplicità, una scarpa modello ballerina e delle calze color carne, la semplicità assoluta.

Due mondi, dicevo. E non è che le volevo riprendere nei visi, ma nel particolare che più mi ha colpito, la calzatura.