Blogfotografiavintage

Nikon F100

In realtà stavo cercando una F5, ma leggendo in giro, a parte poche differenze diciamo un po’ esoteriche per quello che mi poteva interessare, la F100 viaggia più o meno sulla stessa onda.

Trovata, presa.

Ok, qualche graffio, una macchina usata, ma perfettamente funzionante.

Luminoso il mirino, come tutte le Nikon. A forza di usarle, mi sta venendo a noia quello della Canon.

Caricamento della pellicola semplificato: appoggi e premi, e il tutto si carica da se.

Batterie: Stilo, che meraviglia. mi porto un pacchetto di ricaricabili e vivo felice.

Si usano le due rotelle, niente pomelli da girare, pochi i tasti da premere. Anzi, Stavo per pensare al sabotaggio quando mettendo un obbiettivo 50 di vecchia generazione, non riuscivo a regolare il diaframma. Me tapino. Invece, leggendo il manuale ho scoperto che l’obbiettivo, se ha la ghiera del diaframma, va chiuso fino al massimo e al suo posto va usata la rotella anteriore della macchina.

Credo che da queste generazioni inizi l’obbligo di leggere i manuali prima ancora di accendere queste macchine.

Solo leggendo la documentazione ho scoperto che era possibile ripristinare l’uso della ghiera del diaframma attivando una specifica opzione.

Anno Domini 1998.

Si vede che questa generazione anticipa l’arrivo del digitale. Manca ormai pochissimo prima del salto al binario.

https://it.wikipedia.org/wiki/Nikon_F100

Manca un tappino, manca l’oculare, ma quelli arriveranno dal prode Ebay quanto prima. Rettifico, già arrivato, prima ancora di chiudere questo testo.

Prossimo passo….

un banco ottico?

2 pensieri su “Nikon F100

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.