Il problema sono le batterie

Pubblicato il Pubblicato in Blog, fotografia
Batteria x Minolta x700. 2x.

Macchine diverse, di epoche diverse, di eta’ diverse.

Su quattro macchine, tre tipi di batterie.

Dalle piu’ semplici alle batterie al Litio, alle LR 44, insomma c’e’ da sbizzarrirsi.

E per fortuna che i precedenti proprietari sono stati attenti con le perdite di acido. Tranne in un una dove c’e’ qualche macchiolina, le altre sono perfette. Per fortuna.

Canon FT QL

Pubblicato il Pubblicato in Blog, fotografia

Cominciamo col dire che è nata nel 66 e che quindi le sue ossa hanno la stessa età delle mie.

Esposimetro semplicissimo, la classica freccetta.

Attacco Obbiettivi tipo  FD, quindi la misurazione o te la fai a occhio, o metti in stopdown. Queste macchine, pero’, scattano anche sott’acqua, ovvero, se si conoscono le regole della luce, l’esposimetro e’ l’ultima cosa che si usa.

batteria: PX 625A

Particolarita’: il vano batteria, uno, non e’ posizionato come di consueto, nel fondello della macchina, ma di lato.

https://en.wikipedia.org/wiki/Canon_FT_QL

Una nota con l’uso di queste macchine:

A parte il tentativo disperato di guardare il display dopo uno scatto si e uno no, rendendosi conto poi della minchiata in corso, diventa più facile azzeccare esposizione e messa a fuoco. Tornano alla mente le regole dell’iperfocale, del fatto che con un 125/f5,6 e una pellicola da 200 ISO si scatta tranquillamente in zona di ombra non troppo fitta senza problemi. Non aspetti più che sia il sistema esposimetrico della macchina a dirti come comportarti, sei tu che vai a dare un’occhiata dopo tanto per avere una conferma.

E si diventa piu’ critici nello scattare…. si guarda con piu’ attenzione, si cerca con una sorta di accanimento maggiore. Gli scatti, per quanto economici sono sempre pochi e comunque i dieci euro tra pellicola e sviluppo, partono.

Quando qualcuno disse, e non un fotografo a caso, che  ‘per fare Street devi usare gli iso automatici’ in mente mi vennero subito i vari Bresson e soci che di certi automatismi certo non avevano neanche un’idea di cosa fossero. Eppure i loro scatti sono tra noi, forse, questi automatismi non portano molto lontano. Qua’, con questi pezzi di ferro, metti gli iso della pellicola e lì ti fermi.