Giorno Quarantatre

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Blog, pensieri

Ero uscito per vedere come stava la storia, se qualcosa fosse cambiato. Speravo fosse solo un brutto sogno, invece no. Altro che brutto sogno. Qui non c’era proprio più nessuno. Macchine abbandonate in giro, case aperte, cose abbandonate alla rinfusa. Sembravano quasi i resti di una fuga precipitosa. Erano spariti tutti, così, in una notte. Migliaia di persone scomparse senza sapere come, chi, perché. Tutti. Nessuna traccia. Tre giorni fa era andata via la corrente. Erano le due del pomeriggio. Come al solito, primo pensiero: passa un piccione e cade la tensione. Il tempo era pessimo, acqua, tuoni e fulmini. […]

Giorno Due

Pubblicato il 3 commentiPubblicato in Blog, pensieri

Ci arriveremo a due settimane in attesa che la marea passi? Non lo so. Proprio non lo so. Se ieri la giornata è passata a razzo per i mille impegni di lavoro da risolvere, oggi tutto questo lavoro non c’è stato, tutt’altro. Poche chiamate e molto più tempo per riflettere. Le cose vanno a rotoli, l’Italietta nostra chiude baracca e burattini e sempre più si sta tappati in casa. Se ascoltare la TV non fa che aumentare lo stress per le mille cassandre che cantano a morte, non resta che tirare fuori la nostra musica e i nostri libri. Almeno […]

4.45 AM 

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Blog, Le notti degli Unicorni, pensieri

Ci risiamo. Stomaco sottosopra, mente sottosopra, di nuovo a sragionare sui mali dell’universo. Un silenzio che ingombra. Nessun rumore. Il mondo si è fermato. Forse. O forse mi ci fa credere. Mi racconta di serenità mentendo spudoratamente. È tutto caos, solo e indiscutibilmente caos. Ci sono solo i miei pensieri a fare casino. Al confronto una discoteca potrebbe sembrare la sala di lettura di una biblioteca. E pure stanotte non si dorme. È già più di un’ora che mi rivolto. Diciamo pure due. Cazzo, ma ci sono ancora le zanzare a Ladispoli? Possibile? Sento uno zzzzzz. No. Non è possibile. […]