Giorno Cinque

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in fotografia, in giro, pellicola, pensieri

Oggi vi metto un po’ di foto. Sono quelle che ho sviluppato ieri. Momenti di vita subito prima di finire in clausura. Strade vuote, file fuori dal supermercato, negozi chiusi,

Oggi è domenica. Prima domenica di quarantena.

A dire il vero non mi è pesata molto, tutt’altro. Mattina al lavoro e pomeriggio fuori in giardino con annesso canto corale con i vicini. Ormai è moda.

Come commenta uno dei miei colleghi, gente che fino a ieri si sarebbe presa a coltellate, oggi unita a cantare. Domani, quando questa storia sarà finita, chissà cosa farà.

Una giornata che avrebbe imposto una bella camminata al mare, ma gli obblighi per salvare la pelle impongono che ognuno resti a casa sua. Fortunati coloro che il mare ce l’hanno davanti separati solo da un cancelletto.

Sento la mancanza degli amici, sento la mancanza dell’amico che mi viene a trovare per organizzare un piatto di pasta insieme, sento la mancanza di una gita. Alla fine di questa storia e la cosa non credo sia a breve termine, ho tante promesse da mantenere, una in particolare fatta tempo fa e voglio poi vedere le persone a me care una per una.

Intanto gioco col pc, cazzeggio con Twitter e cerco di concludere la serata.

Stavo pensando che nonostante gli obblighi casalinghi, non ho ancora aperto un libro ne visto un film che mi piacesse.

Si lo so, lo pensate, mi piacciono solo film che somigliano di brutto a questa epidemia. Che ci volete fare, sono disegnato male.