Giorno Cinquantacinque

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Blog, pensieri

Siamo agli sgoccioli. La festa finisce qui. Gli alcoolici sono finiti da un pezzo. Credo di essere arrivato anche io alla fine di questi giorni di clausura. Sono sicuramente arrivato di tante cose. Ancora un giorno,credo, poi riprenderò, anche se non so esattamente con che modalità organizzerò la nuova visita lavorativa. Di certo, per il momento niente mezzi pubblici. L’aria che tira non è delle migliori, almeno a sensazione e visto che il capo ha autorizzato l’uso della macchina aziendale (con annessa tessera carburante, cosa che non guasta assolutamente) anche per attività non strettamente legate all’ufficio, ovvero permettermi di fare […]

Giorno Cinquantadue

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Blog, fotografia, pellicola, pensieri

Primo Maggio 2020. Festa dei Lavoratori. Di solito è la festa delle fave col pecorino, del concertone a San Giovanni, dei Barbecue, delle gite fuori porta. No, abbiamo sbagliato anno. Quest’anno tutti a casa. Ognuno con i suoi. Uscite limitate, odore di barbecue immancabile nell’aria. Io pure, nel mio piccolo, due pezzettini di carne li ho passati sulla carbonella rovente. E mentre il fuoco ardeva e i profumi si spargevano nell’aria, ho pensato di mettere in immagini, magari scherzose, quelli che sono i desideri delle persone, i miei desideri insieme alle prossime regole che dal quattro entreranno in vigore. Ho […]

Giorno Quarantotto

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Blog, pensieri

Che lunedì è questo? Non me lo ricordo quasi più. Non so che che giorno è oggi, non so più nulla. Ci si concentra sul lavoro, unica attività possibile. Se esci, sai che devi farlo con attenzione; se vai in qualsiasi posto, fila, mascherina, coda e attesa, ormai sono queste le regole del gioco. La semplice operazione di ritiro di una raccomandata ha richiesto oltre un’ora di attesa, metri di distanza, mascherine, avanti una persona. Del resto, si vive in un clima di attesa facendo i conti con le grandi dichiarazioni politiche e la solita assurda complessità della camaleontica burocrazia […]