Categorie
Blog

Stratificazioni

Stratificazione, il sommarsi di uno strato, sopra un altro e un altro e un altro ancora. Un infinito susseguirsi di strati via via aggiunti dalla natura e soprattutto dall’uomo. Ciascuno con le radici nei precedenti in un continuo scambio e fusione.

Questa e’ Roma.

Una città caotica, nata oltre 2700 anni fa. Un periodo storico lunghissimo pieno di eventi di ogni tipo.

Ma questa lunghissima storia è anche quello che l’ha reso splendida.

Gli anni dell’impero romano, il medio evo, il papato, il rinascimento, l’indipendenza, le guerre. Ogni passaggio che nulla ha fatto se non prendere quello che c’era, rimescolarlo per ricreare del nuovo.

Ed ecco Roma che fagocita le culture conquistate. I Papi che hanno riempito la città di opere smontando quello che i romani avevano costruito e via.

La Metro C che ha inaugurato il museo che mostra tutti questi strati scendendo nelle viscere della terra.

La città delle acque, che nel sottosuolo di un palazzo ti tira fuori un altro mondo che non ti aspetti.

Le ferrovie che attraversano, si uniscono, si dividono con strade, costruzioni e Acquedotti Romani. Il Mandrione con gli acquedotti che fanno a gara con le opere dell’ingegno umano.

E via, di continuo, senza fine, almeno fino ai giorni d’oggi dove toccare un sasso in mezzo alla strada richiede milioni di autorizzazioni che possono scoraggiare anche il piu’ coraggioso dei palazzinari nostrani.

Approvo e non Approvo. E’ un argomento delicato. Distruggere bellezza per creare altra bellezza. Semplicemente la ricerca del bello ha motivato l’uomo a fare di più di quanto già c’era. Ne riparliamo tra un migliaio di anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.